mercoledì 1 ottobre 2014

Guida alla letteratura horror a cura di Gianfilippo Pizzo (Odoya)



Un manuale che si propone di colmare una profonda lacuna dell’editoria italiana: nel nostro Paese infatti non è mai stata pubblicata, a differenza di quanto è successo per altri generi quali la fantascienza o il giallo, una guida agli scrittori horror. Il libro intende quindi affiancare la Guida alla letteratura di fantascienza Odoya, della quale mantiene grosso modo la struttura, ma con una differenza: non vi sono voci tematiche in quanto nell’horror non è possibile evidenziare dei veri sottogeneri, ma semmai una ricorrenza di ambientazioni e di personaggi  o “figure”. Le voci sono quindi prevalentemente riservate agli autori, con dati biografici e valutazione complessiva della produzione, ma anche box dedicati alle opere più significative, i film tratti dai loro racconti, eventuali riduzioni a fumetti, personaggi (o “figure”) principali, approfondimenti e aneddoti, collegamenti e curiosità. Ad esempio, il lemma dedicato a H.P. Lovecraft conterrà le schede anche “Lovecraft al cinema”, “Lovecraft a fumetti”, “Randolph Carter” (personaggio ricorrente), “Lovecraft critico”, “Lovecraft nei giochi”. In quello su Bram Stoker si parlerà più dettagliatamente di “Dracula” e “Dracula al cinema”. Con Mary Shelley si affronterà la figura di Frankenstein e così via. La trattazione parte dai precursori del genere, gli autori dei romanzi gotici di fine Settecento (Walpole, Beckford, Radcliffe, Lewis) per poi proseguire con i classici dell’Ottocento (Poe, Stevenson, Hawtorne, M.R. James, Stocker) e del Novecento (Bierce, Lovecraft, Bradbury, Matheson, Bloch) e arrivare ai contemporanei (Stephen King,  Roald Dahl, Gaiman, Herbert, Kontz, Lansdale, Simmons, Anne Rice) e agli ultimissimi grandi autori di successo (Stephanie Meyer, Thomas Ligotti, Charlaine Harris)… una selezione complessiva dei 100 migliori scrittori horror al mondo! Completa di lemmi specificamente dedicati alle “figure” più importanti della narrativa horror: vampiri, demoni, mummie, streghe, zombi, fantasmi, licantropi… Autori meno importanti (almeno in questo ambito) saranno trattati in apposite voci cumulative, a partire da quelle geografiche (Italia, Francia, Sud America) e proseguendo con voci tematiche del tipo “il gotico nobilitato” (Austen, Bronte, Dickens, William Godwin, Melville, Wilde, Saki, Gogol, P.B. Shelley), il fantahorror, lo splatterpunk, i vampiri storici, vampiri al femminile, gli scrittori/sceneggiatori di telefilm. Per finire, sempre inserite all’interno di uno scrittore di riferimento, alcuni box dedicati alle riviste pulp americane in genere e a quella più famosa, Weird Tales, o a particolari tematiche quali le case infestate, l’orrore marino, i bambini posseduti e via dicendo. Ogni lemma è autoconclusivo e si legge come un racconto a se stante, aprendo, nel collegamento con altri lemmi, una rete del sapere e dell’immaginario, con un effetto di rimandi e citazioni che incuriosisce e sorprende.

Autori - Walter Catalano, Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo e Michele Tetro sono grandi esperti di cinema e letteratura horror, con al loro attivo centinaia di articoli e recensioni. Chiavini, Pizzo e Tetro sono inoltre co-autori dei volumi: Dizionario dei personaggi fantastici (1996), Il grande cinema di fantascienza (2 vol., 2001-2003), Il grande cinema fantasy (2004), Il cinema dei fumetti (2007), tutti per Gremese; e di Contact: tutti i film sugli alieni (Tedeschi 2006), Mondi paralleli: la fantascienza dal libro al film (Della Vigna, 2011).

Gian Filippo Pizzo ha curato varie antologie di fantascienza, fra cui l’ultima è Sinistre presenze (Bietti 2013), e partecipato come coautore alla Guida alla Letteratura di Fantascienza (Odoya 2013).