sabato 16 marzo 2013

Votati al Male di Shelley Klein (La Lepre Edizioni)



 «Non approderemo a niente finché continueremo a disconoscere questi fenomeni come qualcosa di completamente "altro da noi", una presenza aliena osservato attraverso un binocolo da una riva lontana». Le società segrete sono sempre esistite e da sempre hanno esercitato un fascino sull'immaginario collettivo in virtù della segretezza del loro operare, dei rituali e del mistero che le circonda. Ci interroghiamo sulla natura di queste organizzazioni per pura curiosità, ma anche per il legittimo desiderio di sapere se esse influenzino in qualche modo le nostre vite. Come hanno agito nel passato? Sono tuttora esistenti e operative? Quale finalità le anima? I killer Hashishin terrorizzavano le carovane veneziane già nel Medioevo, le stragi degli strangolatori Thug impressionarono la regina Vittoria, ma è di pochi anni fa l'attacco alla metropolitana di Tokyo col gas sarin sferrato dalla Setta della Suprema Verità. Odio, violenza, omicidi, intrighi politici, sesso e rituali magici rendono fortemente eversiva l'attività di molte sette: alcune perseguono obiettivi criminali come la Camorra o leTong cinesi, altre obiettivi politici come i Mau Mau o il Collettivo dei Pazienti Socialisti; vi sono quelle che invitano al suicidio, come la Setta del Tempio Solare, e altre ancora che coniugano sesso e magia, come la Golden Dawn o FHellfire Club. La rassegna esaminata da Shelley Klein, puntuale ed esaustiva, scioglie il nodo di segretezza su alcuni dei fatti più brutali e nefasti della nostra storia, portando alla luce personaggi, motivazioni e intrighi delle più malvage società segrete

Nessun commento:

Posta un commento